Zaini

31 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
  1. Two Way
    49,50 € 54.90 €
  2. Zaino Tonale 40
    48,45 € 57,00 €

31 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
Sempre più appassionati si stanno avvicinando al trekking o escursionismo, spesso impossibilitati dalla vita di città a vivere quotidianamente la natura. Per quanto praticabile da tutti a vari livelli il trekking è uno sport che richiede attenzione e preparazione sia fisica sia tecnica, in particolare una buona attrezzatura può aiutare molto chi si avvicina a questa disciplina. Gli zaini da trekking sono indispensabili per vivere al meglio questメavventura senza trovarsi impreparati agli imprevisti che possono sempre capitare nella vita allメaria aperta.
Gli zaini da trekking si possono dividere in tre categorie secondo la loro capacità:
-piccoli con capacità inferiore a 40 litri
-medi con capacità compresa tra i 40 e i 65 litri
-grandi con capacità superiore a 65 litri
I piccoli zaini da trekking sono ovviamente più adatti a escursioni brevi da un solo giorno per portare con se
il minimo indispensabile per far fronte agli imprevisti della gita che abbiamo organizzato.
I medi sono invece adatti a escursionisti di media e buona esperienza che si cimentano in gite più lunghe, di almeno qualche giorno.
I grandi zaini da trekking invece sono per lo più usati da escursionisti esperti che si avventurano in lunghe escursioni in zone impervie, da chi pratica lメalpinismo con la necessità di avere con se molta attrezzatura e per usi militari.
Strutturalmente gli zaini da trekking sono realizzati per garantire la massima capacità con il minimo sforzo possibile per chi li usa. A questo scopo la sacca centrale è spesso accompagnata da diverse tasche laterali e frontali che permettono una migliore distribuzione del peso sulla schiena. Per avere il
comfort migliore la parte che appoggia alla schiena negli zaini medi e grandi è abbastanza rigida da
mantenere la sua struttura ergonomica anche con carichi pesanti e ingombranti. Comunemente si pensa
che il maggior sforzo nel trasportare uno zaino da trekking lo facciano le spalle, in realtà le moderne cinture imbottite permettono, una volta allacciate in vita, di scaricare il peso sui fianchi. In questo modo gli spallacci servono solo per fare aderire al meglio lo zaino alla schiena e conferire maggiore stabilita ed
equilibrio. Un piccolo consiglio per diminuire ancora l'affaticamento delle spalle, è di controllare sempre la lunghezza degli spallacci prima di partire per le escursioni, se troppo lunghi lo zaino tenderà a cadere all'indietro sbilanciandoci. Meglio tenere lo zaino ben aderente alla schiena aiutandoci, se necessario, anche con le maniglie attaccate agli spallacci all'altezza del torace.
Accanto agli zaini da trekking classici descritti fino ad ora, si possono trovare moltissimi modelli particolari, specifici per alcune attività, come ad esempio lo sci o l'alpinismo a seconda delle proprie esigenze personali.