Sterilizzatori

9 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

9 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
Tutto quello che adopera o mette in bocca il neonato durante le prime fasi della sua esistenza deve essere sterilizzato. Per questa ragione chi è alle prese con un bambino moto piccolo sa bene quanto sia utile avere sterilizzatori di buona qualità, pratici da adoperare ed estremamente efficienti.
Prima che venissero ideati gli sterilizzatori moderni era possibile eliminare germi e batteri dai biberon e dalle tettarelle mediante la bollitura. Bastava immergere lメoggetto desiderato in acqua bollente per circa 1 minuti e poi lasciarlo asciugare allメaria adagiandolo su un panno di cotone pulito. Questa tecnica è efficace ma a lungo andare può rovinare alcuni accessori e inoltre è molto dispendiosa in termini di tempo.
Tuttavia con la presenza sul mercato di sterilizzatori efficaci che riducono significativamente i tempi dメattesa snellendo le varie procedure, il metodo che prevede la bollitura è passato in secondo piano.
Gli sterilizzatori eliminano batteri, microbi e altri microrganismi dalla superficie delle posate, dei bicchieri ma anche da giochi e ciucci che i neonati e i bambini inevitabilmente portano alla bocca. Gli sterilizzatori sono utili soprattutto per coloro che ricorrono allメallattamento artificiale per mancanza di latte materno. Infatti con lメallattamento al seno è sufficiente lavare la mammella prima e dopo lメallattamento poiché la madre passa al figlio tutti gli anticorpi di cui ha bisogno attraverso il latte. Con lメallattamento artificiale non cメè passaggio di anticorpi e i bambini allメinizio della loro esistenza hanno difese immunitarie basse. Per tale ragione gli sterilizzatori devono essere utilizzati per igienizzare tutto ciò che viene a contatto con la bocca dei neonati.
Gli sterilizzatori possono essere suddivisi in due grandi categorie: gli sterilizzatori a freddo e quelli a caldo. Gli sterilizzatori a freddo gli agenti patogeni vengono distrutti mediante lメutilizzo di piccoli quantitativi di prodotti chimici. Questi prodotti possono essere in compresse, liquidi o venduti sotto forma di polveri. La cosa fondamentale è rispettare le modalità dメutilizzo riportate sopra le confezioni e la metodologia richiesta dagli sterilizzatori appositi. In genere basta riempire la vaschetta degli sterilizzatori con acqua fredda e aggiungere la quantità di prodotto necessaria. La sterilizzazione può avvenire in un arco di tempo compreso fra i 30 minuti e unメora a seconda dei modelli di sterilizzatori. Sono molto pratici da adoperare in quanto non necessitano di essere alimentati a corrente e occupano poco posto.
Gli sterilizzatori a caldo invece funzionano mediante lメelettricità e sfruttano il principio fisico simile a quello della più classica bollitura. Negli sterilizzatori di questo tipo vengono introdotti gli oggetti da sanificare che vengono ricoperti interamente dメacqua. La resistenza scalda rapidamente lメacqua e in meno di mezzora il biberon o lメaltro oggetto inserito è sterilizzato.
Gli sterilizzatori di ultima generazione sono molto efficaci e sono costruiti in maniera impeccabile tanto che possono essere adoperati anche dopo anni per il figlio successivo.